Progetti

This post is also avail­able in: France­se Ingle­se

"La cul­tura é alla base del­lo svilup­po" dice un ada­gio.

MALAKI-DEVELOPMENT: la cul­tura al servizio del­lo Svilup­po.

For­ti di ques­ta asserzione e seg­nati dal­la mis­e­ria derivan­te dal susseguir­si delle crisi socio-politi­co-mil­i­tari di questi ultimi tem­pi, Malaki ma Kon­go ha deciso di asso­cia­re le attiv­ità cul­tur­ali alle attiv­ità eco­nomiche attra­ver­so il micro­cre­d­i­to.

Tut­to questo per pre­sentare agli africani del ter­zo mil­len­nio uno schema di svilup­po utile e duraturo. Det­to schema ter­rà da con­to del­la dimen­sione cul­tur­ale in tut­to il prog­et­to di svilup­po. Da qui la creazione dal 17 gen­naio 1999 di Malaki Devel­op­ment (devel­op­ment = svilup­po), che si fis­sa come obi­et­tivo: Ridonare all'uomo Nero il pres­ti­gio, le capac­ità eco­nomiche e orga­niz­za­tive dell'era faraon­i­ca, che favoriran­no ed accentuer­an­no la rinasc­i­ta effet­ti­va dell'Africa e dei Faraoni.

MALAKI-DEVELOPMENT  è un dipar­ti­men­to dell'associazione cul­tur­ale Malaki ma Kon­go che si occu­pa del­la ricer­ca di un modo di svilup­po duraturo, appro­pri­a­to al Con­go e all'Africa in gen­erale, in questi tem­pi di tur­bolen­ze politi­co-mil­i­tari. Uno svilup­po auto-sosteni­bile e auto-cen­tra­to sull'Uomo, che ten­ga con­to del rispet­to dell'ambiente, dei dirit­ti dell'uomo e del­la dimen­sione cul­tur­ale all'interno di tut­to il prog­et­to di svilup­po.

L'obiettivo del­la sua esisten­za è la ricer­ca di mezzi eco­nomi­ci per far rinascere la fidu­cia e la sper­an­za nel­la vita negli ambi­en­ti rurali e assi­cu­rare la soprav­viven­za delle tradizioni ances­trali nei loro luoghi nat­u­rali: i nos­tri vil­lag­gi.

Ques­ta log­i­ca è un voltafac­cia a tut­ti i prog­et­ti di svilup­po conosciu­ti dai cosid­det­ti spe­cial­is­ti del­lo svilup­po per l'Africa; prog­et­ti che si rias­sumono nel­la trasfor­mazione degli antichi all­e­va­tori e agri­coltori in eterni con­suma­tori spe­cial­iz­za­ti di cibo in scat­o­la, se non di prodot­ti surge­lati.

Così, essendo la cul­tura alla base del­lo svilup­po, gli artis­ti e Uomini di cul­tura di Malaki ma Kon­go vogliono miglio­rare la vita in Con­go attra­ver­so questo prog­et­to.

ATTIVITÁ

  • Ris­torazione - cuci­na africana fra i frut­teti del LAAC
  • Ate­lier di cul­tura africana
  • Lavori agri­coli (orto e gemel­lag­gio con gli stu­den­ti di teatro al Liceo Agri­colo Amil­care Cabral) e spazio sper­i­men­tale di for­mazione agri­co­la (cen­tro Malaki - Aar­it)
  • DIDACTICIEL Cen­tro di Divul­gazione dei mezzi infor­mati­ci in ambi­en­te gio­vanile
  • Bib­liote­ca radi­ci cul­tura africana e spe­ciale Kon­go
  • Lab­o­ra­to­rio di for­mazione al cuci­to
  • Lab­o­ra­to­rio di for­mazione all'acconciatura

INTERESSI

  1. Far conoscere i val­ori cul­tur­ali africani per com­bat­tere l'ignoranza, l'estraversione, l'alienazione men­tale, la negazione dell'Africa nel sis­tema inter­nazionale
  2. Per­me­t­tere agli africani di sco­prire la loro vera sto­ria e facil­itare la dias­po­ra ad un ritorno al luo­go di orig­ine, deg­no e a minor cos­to
  3. Pro­muovere nel cuore dell'Africa, cul­la dell'umanità, un tur­is­mo eti­co por­ta­tore di mot­ti sani nel rispet­to dell'anima Nera, dell'amore e del­la fratel­lan­za fra gli uomini
  4. Pre­venire la delin­quen­za :
    in Africa, attra­ver­so la creazione di strut­ture educa­tive appro­pri­ate e di pic­cole e medie imp­re­se appro­pri­ate
    in Europa : attra­ver­so la creazione di cel­lule d'iniziazione ai val­ori cul­tur­ali africani
  5. Incor­ag­gia­re uno svilup­po auto­cen­tra­to sull'uomo, rad­i­ca­to nel­la sua cul­tura ances­trale
  6. Favorire gli scam­bi artis­ti­ci fra gli artis­ti, gli uomini di cul­tura dell'Africa, del­la dias­po­ra e del mon­do
  7. Pro­muovere l'arte e l'azione cul­tur­ale nei pae­si nordi­ci al fine di favorire le azioni uman­i­tarie in favore del Con­ti­nen­te Nero
  8. Pro­muovere l'interculturalità per favorire l'integrazione degli africani nei pae­si di adozione
  9. Aprire il mer­ca­to africano al mon­do ester­no e alla sua dias­po­ra nel­la for­ma di un com­mer­cio eti­co a fini utili e dura­turi

DIFFICOLTÁ

Il cli­ma d'insicurezza che dom­i­na la regione infe­ri­ore dell'Africa cen­trale non ha risparmi­a­to Malaki:

  • Il cen­tro cul­tur­ale Mbongui Malaki Ma Kon­go fu sac­cheg­gia­to
  • La bib­liote­ca incen­di­ata
  • Il mate­ri­ale infor­mati­co sac­cheg­gia­to
  • Il mate­ri­ale artis­ti­co (cos­tu­mi, album di foto, nas­trote­ca, videote­ca, stru­men­ti musi­cali) bru­ci­a­to
  • L’attività agro-pas­torale deru­bata (orto, pol­lame)