1993

Terza edizione:

MALAKI MA KONGO, Un Festival Internazionale

press 1993

press 1993

Il Centro Unesco Marabout Théâtre du Zaire riportò la Palma d’Oro del festival MALAKI MA KONGO.

Organizzato dal 10 al 15 agosto 1993 (con fondi dello stato d’urgenza) il festival avrebbe dovuto ricevere le troup della Guadalupa, del Ruanda, dello Zaire e naturalmente del Congo Brazzaville.

Ma solo il Marabout théâtre accettò di spezzare con una risata il circolo infernale di violenza che affliggeva il Congo. Essi ricordarono a Malaki il suo dovere in questi termini:

Malaki è entrare in comunione con i nostri antenati e nessuna persona ce lo può impedire, soprattutto voi che vi dite amministratori della città.

La festa conobbe alla fine la partecipazione di cinque gruppi congolesi (Kongo Dia Ntotela, Ballet Monana, Tambours de Brazza, un gruppo indipendente di Mbama) e la troup zairese Marabout Théâtre. Quest’ultima, abituata a ciò che loro stessi chiamano “il teatro di nessuna parte”, ci donarono tutti gli spettacoli sulle sembianze di un podio fatto d’immondizia e relitti di vetture ammassate a quei tempi delle recenti balbuzie della democrazia in Congo.

Lo spettacolo era molto vivo in una città divenuta cimitero. Questo colpo di genio valse alla troup di Nzey van Musala il Gran Premio Speciale Malaki ma Kongo che comprendeva un microcalcolatore e una partita di libri di letteratura e teatro africani.

Al principio del festival, fu messa in piedi la troup di teatro Pool Malebo. Questa troup zairo-congolese aveva per missione speciale quella di concretizzare la profezia di Lumumba e di Franklin Bukaka,che costò a questi la vita. Quest’ultima parla dell’unificazione dei due Congo e la trasformazione del fiume Congo in un viale e non in una frontiera. La prima produzione di Pool Malebo s’intitolò: “Brazza Kinshasa Via Paris”, una co-scrittura di Nzey e Masengo.

This entry was posted in 1991-1996 and tagged . Bookmark the permalink.